Funzionamento

L'Assemblea è convocata e presieduta dal Presidente, che ne formula l'ordine del giorno.
 
L'Assemblea si riunisce in sessione ordinaria due volte all'anno per l'approvazione del bilancio di previsione e del conto consuntivo. Può essere convocata in sessione straordinaria tutte le volte che le esigenze lo richiedano.
 
Gli avvisi di convocazioni, unitamente all'ordine del giorno, devono contenere l'indicazione del giorno, dell'ora e del luogo dell'adunanza e devono essere recapitati a mezzo posta o via fax o posta elettronica presso la Sede del Comune consorziato, almeno:
  • cinque giorni prima della seduta, nelle sessioni ordinarie;
  • tre giorni prima della seduta, nelle sessioni straordinarie;
  • ventiquattro ore prima della seduta, nei casi di convocazione urgente e sono pubblicati all'Albo delle pubblicazioni della Sede consortile

Presso la Segreteria del Consorzio devono essere depositati gli atti relativi all'ordine del giorno a disposizione dei componenti dell'Assemblea.

L'Assemblea si riunisce altresì in sessione straordinaria su iniziativa del Presidente ovvero su richiesta di almeno un/quinto dei componenti o su richiesta del Presidente del Consiglio di Amministrazione, o di uno dei due Comuni con popolazione superiore a 5.000 abitanti.

L'Assemblea si riunisce in via d'urgenza su convocazione del Presidente: nel qual caso l'avviso dovrà pervenire, anche telegraficamente, almeno ventiquattro ore prima dell'ora fissata per la seduta.
 
L'Assemblea in prima convocazione è validamente costituita con l'intervento dei componenti che rappresentino almeno i tre/quinti delle quote di partecipazione del Consorzio. Tuttavia, in caso di seduta deserta, l'Organo può deliberare in seconda convocazione da tenersi in giorno diverso sugli stessi argomenti iscritti nella prima adunanza, con la presenza di almeno un/terzo delle quote rappresentative.
 
Le deliberazioni sono validamente adottate se la proposta ottiene il voto favorevole di oltre la metà delle quote di partecipazione presenti, salvo maggioranze speciali previste espressamente dalle leggi o dallo Statuto. Le deliberazioni sono assunte di regola con votazione a scrutinio palese salvo le ipotesi di deliberazioni concernenti persone, quando venga esercitata una facoltà discrezionale fondata sull'apprezzamento delle qualità soggettive di una persona e sulla valutazione deflazione da quest'ultima svolta.
 
Nelle votazioni segrete a ciascun rappresentante saranno consegnate tante schede di votazione quante sono, proporzionalmente, le sue quote di partecipazione.

Alle sedute dell'Assemblea partecipa il Segretario il quale cura la redazione dei relativi verbali che, unitamente al Presidente, sottoscrive.

Le sedute dell'Assemblea sono pubbliche, salvo quando vengono trattate questioni riguardanti persone che richiedano la tutela del diritto alla riservatezza.