Interventi a favore di minori nell'ambito dei rapporti con l'Autorità Giudiziaria

IN COSA CONSISTE

La prestazione ha come obiettivo la prevenzione dello stato di disagio e l'attuazione di interventi finalizzati all'assistenza al minore nella rimozione di situazioni di rischio o pregiudizio, con eventuale collocazione in contesto alternativo alla famiglia di origine. In breve il servizio fornisce:

  • assistenza e tutela del minore in situazioni pregiudizievoli;
  • sostegno del nucleo familiare;
  • valutazioni su collocazioni alternative alla famiglia.

I rapporti del Servizio Sociale Professionale con l'Autorità Giudiziaria riguardano più strettamente attività come:

  • la segnalazione e l’esecuzione di provvedimenti emessi dal Tribunale per i Minorenni e dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni;
  • le indagini effettuate su richiesta del Tribunale ordinario e della Corte d’Appello per casi di divorzio e separazione;
  • la collaborazione nell'attività dell'Ufficio di Servizio Sociale per i Minorenni all’interno dell’Amministrazione Giudiziaria;
  • l'indagine volta a valutare le capacità della minore per decidere autonomamente l’interruzione di gravidanza;
  • la consulenza per l’autorizzazione al matrimonio di minorenni.
DESTINATARI

I destinatari sono minori in situazioni di rischio o pregiudizio per i quali:

  • pervenga segnalazione da parte dell'Autorità Giudiziaria (Tribunale per i Minorenni - Tribunale Ordinario - Giudice Tutelare - Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni), ovvero:
  • venga fatta segnalazione da parte dei Servizi Sociali all'Autorità Giudiziaria (Tribunale per i Minorenni - Tribunale Ordinario - Giudice Tutelare - Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni), ovvero:
  • pervenga segnalazione da parte di altri Servizi, ovvero:
  • pervenga segnalazione da parte di terzi, ovvero:
  • su valutazione del Servizio Sociale.

 

ACCESSO AL SERVIZIO

Al servizio si accede:

  • su segnalazione del Servizio Sociale all’Autorità Giudiziaria;
  • su richiesta di indagine da parte dell’Autorità Giudiziaria al Servizio Sociale;
  • a seguito di emanazione di provvedimento dell'Autorità Giudiziaria.

La decorrenza viene stabilita:

  • dalla richiesta di indagine dell’Autorità Giudiziaria;
  • dal provvedimento dell’Autorità Giudiziaria;
  • dal riscontro del rischio da parte del Servizio Sociale.

La durata è stabilita dal Provvedimento dell'Autorità Giudiziaria.

 

RIFERIMENTI
RIFERIMENTI IN CASO DI INTERVENTI PER MINORI NELL'AMBITO DEI RAPPORTI CON L'AUTORITA' GIUDIZIARIA
Responsabile: Dott.ssa Graziella BONOMETTI (Responsabile Area Territoriale)
Operatori: Assistenti Sociali di territorio
Indirizzo: Via San Francesco, 2 - 10014 Caluso (TO)
Telefono: 011 98 93 511
Fax: 011 98 32 976
E-mail: areaterritoriale@cissac.it